In fondo al lago

Autore: Simone Del Fiore – nato a Roma nel 1996, spende a largo spettro la propria propensione creativa. Oltre a scrivere romanzi, collabora come dialoghista, soggettista e sceneggiatore in vari progetti per il cinema e il teatro. Lavora, inoltre, come editor e grafico freelance presso case editrici e case di produzione cinematografica.

Altre opere: Morire ogni notte, Il filo dell’eterno ritorno

Casa editrice: Echos Edizioni

Prima pubblicazione: 5 ottobre 2021

Numero di pagine: 136

Genere: romanzo

Prezzo: € 12,00 copertina flessibile

Trama: Christian Boncompagni è un giovane biologo di 35 anni che vive a Roma. Un giorno riceve una lettera dall’Irlanda: il nonno che non ha mai conosciuto, morto quattro mesi prima a causa dell’attacco di un misterioso animale, gli ha lasciato in eredità la casa sulle rive del lago Allen, proprio dove è avvenuta la tragedia. Temporaneamente sospeso dall’insegnamento universitario, Chris coglie l’occasione per compiere un viaggio verso l’isola gaelica, deciso a mettere in vendita la proprietà e sistemare le questioni burocratiche. Arrivato sul posto, stringe amicizia con Lugh, Tierney e Almha, ma altri autoctoni sembrano guardarlo in modo sinistro e il cognome Boncompagni risuona spesso sulle bocche degli abitanti. Contemporaneamente strani eventi si susseguono nei dintorni dell’abitazione. La morte del nonno è stata davvero solo un incidente? Quali segreti nascondono la contea e il suo lago? Per trovare la chiave di questi misteri Chris dovrà farsi strada in mezzo a una serie di altre uccisioni che da anni sinistramente funestano quelle terre e che si mescolano ai riti e alle leggende locali.

Personaggi: Christian, Lugh, Tierney, Almha

Ambientazione: Irlanda

Stile: contemporaneo

Incipit:

“Caro Christian, se stai leggendo queste parole significa che non abbiamo avuto il piacere di conoscerci, anche se io, in fondo, so chi sei. Sei un Boncompagni, nelle vene ci scorre lo stesso sangue. Quello della buon’anima di tuo padre, e anche quello di tuo zio Nathan, quella testa dura. Questa lettera è un invito a seguire il tuo destino, attraverso la storia della nostra famiglia. Il nome Boncompagni è associato a una famiglia rispettabile, ma anche pericolosa, e come tale vanta tanti nemici. Questi nostri nemici ci stanno cercando, e non si daranno pace finché non ci troveranno tutti. […]”

Il mio modesto parere: Ringrazio l’autore per la copia digitale del suo romanzo.

La storia è coinvolgente e la scrittura è incalzante, un editing più accurato probabilmente avrebbe dato ancora più scorrevolezza alla lettura.

L’ambientazione è ben descritta, i personaggi ben caratterizzati. Mi è piaciuto l’alone di mistero che pervade la storia.

Libro consigliato agli amanti del genere, ha chi ha voglia di passare qualche ora di relax.

Come genere io ho indicato un generico “romanzo” perché c’è del mistero, un po’ di paranormale, ma è una lettura per tutti, è incalzante ma non ansiolitica.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

Poesia&Cultura

Nosce te Ipsum (Socrate)

librini

Books: what they say, what I say

RIVA OMBROSA

Quando si ama si dona

Un libro sul menù

Vivi anche tu di lettura?

Monica e lo Scrapbooking

Trovate tutorial e suggerimenti per creare con le vostre mani. Tutto sullo Scrapbooking.

Ontologia, psicoanalisi, logica. Personale docente Università degli studi di Verona

Logica, filosofia della scienza. Psicoanalisi clinico didattica.

ti consiglio un libro...

Un blog per tutti gli amanti della lettura...e non solo!

I consigli librosi di Maria

Recensione delle ultime novità in libreria. Libri, ebook e nuove letture. Recensioni e interviste

wwayne

Just another WordPress.com site

caterinarotondi

Se non combatti per costruire la tua vita non ti rimarrà niente

marisa salabelle

Quando finalmente i vigili del fuoco ebbero sfondato la porta, l’odore, che fino a quel momento era filtrato attraverso gli spiragli, si diffuse per tutto il pianerottolo. La signora Lotti, che abitava nell’appartamento di fianco, fece un passo indietro; i volontari della Misericordia entrarono con la barella; Lorella strinse il braccio di suor Maria Consolazione.

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il Blog si sbriciola facilmente

Blog di una Nerd Onnivora

Ossessionata da: Libri, Manga e Caffè

PENNALIBRI

A U T R I C E

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

CartaCuorePenna

Ciò che scrivi con il cuore non sarà mai sbagliato!

Debbie_soncini

Promozione libri sui social (Instagram @debbie_soncini ) Email: debora.soncini90@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: